Serie A

Napoli-Sampdoria: probabili formazioni, consigli fantacalcio e orario

Napoli-Sampdoria: probabili formazioni, consigli fantacalcio e orario
Iconsport / LaPresse

Domenica 4 giugno andrà in scena Napoli-Sampdoria, gara valida per la 38ª giornata della Serie A 2022/23. Ecco tutto ciò che devi sapere sul match del Diego Armando Maradona.

Napoli-Sampdoria

Al Maradona è tutto pronto per la vera festa Scudetto del Napoli, già anticipata nel post della gara contro la Fiorentina ma questa volta con la coppa della Serie A tra le mani dei giocatori, del mister Luciano Spalletti e del presidente De Laurentiis. Proprio questi ultimi due sono stati i grandi protagonisti della settimana partenopea, annunciando – prima velatamente e poi ufficialmente – la fine del rapporto tra l'allenatore toscano (che prenderà un anno sabbatico) e il club. Una storia cominciata lo scorso campionato e terminata nel migliore dei modi, con il terzo Scudetto della storia del Napoli arrivato a seguito di un cammino trionfale: 27 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte in 37 partite, con il miglior attacco (75 reti, +5 sull'Inter) e la difesa meno battuta della Serie A (28 gol subiti, due in meno della Lazio). I partenopei vorranno quindi chiudere nel migliore dei modi la stagione prima di dare il via ai festeggiamenti, soprattutto dopo aver vinto solo due delle ultime sei partite disputate in Serie A ed essersi fatti raggiungere sul 2-2 dal Bologna nell'ultimo turno dopo l'iniziale doppio vantaggio. Nello stesso arco di tempo la squadra di Spalletti ha inoltre mantenuto la rete inviolata soltanto in un'occasione (Napoli-Fiorentina 1-0), incassando 7 reti a fronte di 8 segnate. In vista dell'ultimo impegno dell'anno il tecnico toscano vorrà comunque concedere minuti importanti alla maggior parte dei giocatori meno impiegati nel corso della stagione: tra i pali dovrebbe essere quindi confermato Gollini, mentre Bereszynski e Ostigard sono favoriti rispettivamente su Di Lorenzo e Juan Jesus per affiancare Rrahmani e Olivera in difesa; a centrocampo possibile maglia da titolare per Demme insieme ad Anguissa e Zielinski, con Gaetano pronto a subentrare nella ripresa. In attacco probabile la presenza dal primo minuto sia di Osimhen che di Kvaratskhelia, ai quali Spalletti potrebbe concedere la standing ovation nella ripresa, insieme ad uno tra Raspadori (favorito) ed Elmas.

La Sampdoria, dal canto suo, non vorrà di certo rappresentare la vittima sacrificale della festa partenopea. I blucerchiati cercheranno di concludere una stagione fortemente negativa uscendo dal Maradona a testa alta, per salutare nel migliore dei modi una Serie A conclusa con l'ultimo posto in classifica, frutto delle appena 3 vittorie, dei 10 pareggi e delle 24 sconfitte in 37 partite. La squadra di Stankovic è inoltre reduce da un solo successo negli ultimi 21 match disputati in campionato, e rappresenta al contempo il peggior attacco (24 gol segnati) e la peggior difesa della Serie A (69 subiti) a pari merito con la Cremonese. In settimana, tuttavia, è arrivata una notizia importantissima per il futuro della Sampdoria: con un'intervista telefonica ad una tv locale Massimo Ferrero ha annunciato la cessione delle proprie quote della società al duo di imprenditori Radrizzani e Manfredi dopo diversi giorni di trattative, salvando così il club dal possibile fallimento; la Samp ripartirà quindi dalla Serie B seppur con una penalizzazione, ma lo scenario peggiore è sicuramente scongiurato. Per l'ultimo match – almeno per questa e per la prossima stagione – in Serie A mister Stankovic dovrebbe concedere la maglia da titolare e una probabile standing ovation nel secondo tempo a Fabio Quagliarella, in scadenza di contratto a fine giugno e quindi alla sua possibile ultima partita con la maglia blucerchiata; al suo fianco ci sarà ancora una volta Gabbiadini, con Leris alle loro spalle e la coppia Winks – Rincon in mediana. Sulle fasce probabili conferme per Augello e Zanoli, classe 2000 in prestito proprio dal Napoli, mentre in difesa Amione è favorito su Murru per giocare insieme a Nuytinck e Gunter. Tra i pali, senza Audero, ci sarà ancora Ravaglia.

Napoli-Sampdoria: orario e dove vederla in TV o in streaming

La partita Napoli-Sampdoria è in programma domenica 4 giugno 2023 alle 18:30 allo Stadio Diego Armando Maradona di Napoli. Il match sarà trasmesso in diretta e in esclusiva su DAZN. Gli abbonati potranno assistere alla partita scaricando l’app su Smart Tv, smartphone o tablet, o collegando il proprio televisore ad un TIMVISION BOX, ad una console (Playstation o Xbox) o altri dispositivi come Amazon Fire Stick. I clienti della piattaforma potranno anche assistere alla partita in diretta streaming accedendo direttamente al sito tramite pc.

Napoli-Sampdoria: formazioni e convocati

Probabile formazione Napoli

(4-3-3): Gollini; Bereszynski, Rrahmani, Ostigard, Olivera; Anguissa, Demme, Zielinski; Raspadori, Osimhen, Kvaratskhelia. All.: Spalletti

Indisponibili: Lozano, Mario Rui, Politano

Squalificati: Kim

Probabile formazione Sampdoria

(3-4-1-2): Ravaglia; Gunter, Nuytinck, Amione; Zanoli, Winks, Rincon, Augello; Leris, Gabbiadini, Quagliarella. All.: Stankovic

Indisponibili: Audero, Conti, Pussetto, Sabiri, Cuisance, Yepes, Malagrida

Squalificati: –

Napoli-Sampdoria: consigli fantacalcio

Per tutti i fantallenatori che si apprestano a schierare la formazione vediamo quali sono i migliori giocatori nelle file di Napoli e Sampdoria, con alcuni suggerimenti per questa partita.

Victor Osimhen

Tra lui e gli altri al fantacalcio in questa stagione c'è un abisso, o meglio, almeno 0.89 di fantamedia. Osimhen è infatti l'unico giocatore di questo campionato a registrare una fantamedia superiore all'8.50 (9.11), merito ovviamente dei 25 gol e 4 assist messi a referto nelle 31 partite disputate. Il nigeriano ha già praticamente ipotecato la vittoria della classifica marcatori per la prima volta nella sua carriera (il secondo, Lautaro Martinez, è distante quattro reti), ma non per questo vorrà esimersi dal concludere la sua straordinaria stagione nel migliore dei modi. L'avversario, d'altronde, non spaventa: la Samp è ultima in classifica e già matematicamente retrocessa, e rappresenta la peggior difesa del campionato con 69 gol subiti in 37 gare (1.86 per partita).

Fabio Quagliarella

Quella di Quagliarella è una scelta innanzitutto romantica, ma non per questo priva di logica. Quella del Maradona potrebbe essere la sua ultima partita con la maglia della Sampdoria, motivo principale per il quale il capitano vorrà lasciare la firma in un match che per entrambe ha ben poco significato in termini di classifica. Fabio, campano di nascita, nutre inoltre un forte legame con la città di Napoli e con il club azzurro, dove ha giocato nella stagione 2009/10 segnando 11 reti in 34 presenze. È forse anche questo uno dei motivi che hanno portato Quagliarella a segnare spesso contro i partenopei, puniti per 8 volte in 23 partite nel corso della sua carriera. La metà delle reti segnate al Napoli sono arrivate con la maglia della Samp, tra cui lo splendido e famosissimo gol di tacco del 2 settembre 2018.

Napoli-Sampdoria: precedenti, statistiche e curiosità

I precedenti totali tra Napoli e Sampdoria ammontano a 129, con i partenopei in vantaggio per 54 vittorie a 34; 41, invece, i pareggi. I campani hanno inoltre vinto tutti gli ultimi otto confronti tra le due squadre, mentre l'ultimo successo della Sampdoria risale alla gara d'andata del campionato di Serie A 2018/19 (Sampdoria-Napoli 3-0): è questa, inoltre, l'unica vittoria della squadra blucerchiata negli ultimi 23 match (19 vittorie per il Napoli e 3 pareggi). Nelle ultime quattro partite disputate tra Napoli e Samp, poi, i liguri sono sempre rimasti a secco, contro i 9 gol segnati dagli azzurri.

111 delle 129 gare giocate tra le due squadre si sono disputate in Serie A: per 45 volte è stato il Napoli ad avere la meglio, mentre i pareggi e le vittorie blucerchiate ammontano rispettivamente a 36 e 30. In casa dei partenopei, invece, la Sampdoria ha vinto soltanto 9 volte in 66 match totali, di cui 34 vinti dal Napoli e 23 terminati in pareggio. Gli azzurri hanno vinto tutte le ultime sei partite disputate al Maradona contro la Samp, la cui ultima vittoria fuori casa risale addirittura alla stagione 1997/98 (Napoli-Sampdoria 0-2).

Ecco altre statistiche interessanti sul match:

  • Il risultato più frequente tra Napoli e Sampdoria in casa degli azzurri è il 2-0, verificatosi in 5 occasioni.
  • Il 23% dei gol del Napoli avviene nell'ultimo quarto di gara (76-90).
  • Il 21% dei gol della Sampdoria avviene tra il minuto 16 e il minuto 30 della partita.
  • Il Napoli non ha segnato soltanto in 3 delle 18 partite casalinghe giocate in campionato.
  • La Sampdoria non ha segnato in 9 delle 18 trasferte di Serie A in questa stagione.
  • Il Napoli chiude il primo tempo in vantaggio nel 48% dei match, mentre la Sampdoria soltanto nel 21%.
  • Quando il Napoli si porta in vantaggio per 1-0 nei match casalinghi, poi vince la partita nell'82% dei casi. Al contrario, quando va in svantaggio per 1-0 vince la partita nel 25% dei casi.
  • Quando la Sampdoria si porta in vantaggio per 1-0 nei match in trasferta, poi vince la partita nel 44% dei casi. Al contrario, quando in svantaggio per 1-0 la Samp non ha mai vinto in questa stagione.
  • La media gol nel primo tempo nei precedenti tra Napoli e Sampdoria è 1.2.

Sud pontiniano, 24 anni, malato di calcio, fantacalcio e pallacanestro. Amo scrivere, raccontare, informare.. e il rumore dei tasti premuti freneticamente che scheggia il flusso di parole nella mia testa.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A