Ultime notizie

VAR, Gravina annuncia la rivoluzione: da quest’anno cambia tutto

VAR, Gravina annuncia la rivoluzione: da quest’anno cambia tutto

Importante annuncio del presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gravina. Lo stesso si è esposto in prima persona durante la conferenza stampa dell'AIA durante la quale ha prima lodato i direttori di gara garantendo agli stessi tolleranza zero per chi utilizza violenza verbale e fisica . “Gli arbitri rappresentano la spina dorsale del movimento calcistico italiano, ci teniamo a questa categoria che ha sempre dimostrato grande vitalità, ma soprattutto una grande coerenza nella capacità di ispirarsi a dei principi veri e ai valori del calcio che conta, che sono i valori etici del nostro movimento. Con questa eccellenza sfideremo qualsiasi tentativo di screditare i nostri arbitri. Con noi non ci sarà mai dialogo con chi usa l’offesa verbale o l’aggressione sugli arbitri”

Calcio sempre in evoluzione

Come tutti gli sport di rilevanza mediatica mondiale, il calcio è in costante cambiamento. Questa necessità di evolversi è dettata dal bisogno dello spettatore – o telespettatore per meglio dire – di godere uno spettacolo gratificante e sempre stimolante. Per questo motivo nel corso degli anni sono state introdotte regole e modificate altre proprio a vantaggio della fruibilità di chi è seduto sul divano davanti al piccolo schermo. L'esempio più famoso è rappresentato dall'eliminazione del retropassaggio al portiere, con lo stesso che poteva raccogliere la sfera con le mani. Questo cambiamento ha velocizzato di gran lunga il ritmo dei match, evitando così pause interminabili in cui la squadra in vantaggio perdeva tempo per aggiudicarsi il risultato finale. Altro esempio significativo è stata l'introduzione della tecnologia e quindi del Var come aiuto per gli arbitri che spesso a causa della velocità del gioco, hanno bisogno di una mano per prendere le decisioni più delicate. Negli ultimi giorni sta prendendo forma una nuova norma sul fuorigioco (clicca qui per leggere di che si tratta) che presumibilmente verrà testato proprio in Italia,  che potrebbe cambiare ancora una volta le dinamiche delle partite di calcio.

Non si può senza Var

Per un pubblico ormai abituato a guardare le partite di calcio con il Var a disposizione dell'arbitro, sembra impossibile ormai farne a meno. L'ausilio della tecnologia, infatti per quanto faccia discutere domenica dopo domenica ha alzato notevolmente l'asticella in termini di decisioni corrette nel corso di un match. Per questo un fallo di mani evidente, piuttosto che un fuorigioco non segnalato non possono più essere errori di circostanza per gli spettatori. Un esempio chiaro di quanto stiamo dicendo è quanto successo agli europei under 21 (qui la spiegazione dettagliata) dove non erano presenti nè Var nè Goal Line Technology. Protagonista negativa di episodi macroscopici è stata proprio l'Italia, che nella sua prima gara del girone contro la Francia si è vista prima negare un calcio di rigore per un fallo di mano e poi non convalidato un gol con la palla che aveva ampiamente oltrepassato la linea bianca.

La discussione sui diritti tv 2024

Lo stesso presidente Gravina in queste ore sta cercando, con non poche difficoltà, assieme ai presidenti delle squadre della nostra Serie A, di trovare la soluzione migliore a livello economico per vendere il nostro prodotto calcio. Il tanto agognato miliardo di euro non sembra esser cosa facile da raggiungere, ma con soluzioni anche fantasiose (clicca qui per leggere le tre opzioni più probabili) sembra che si stia trovando la quadra.

Dalle tv nasce l'idea rivoluzionaria: in onda gli audio tra arbitro e VAR

Sempre a margine delle dichiarazioni alla conferenza dell'AIA, Gravina ha annunciato che una delle novità di questa stagione sarà la possibilità di ascoltare i dialoghi tra la VAR Room di Lissone e il direttore di gara. Un nuovo modo di concepire il mondo arbitrale che potrebbe aiutare di gran lunga gli spettatori a comprendere quanto accade in campo anche su decisioni che appaiono controverse. “ Abbiamo avviato con DAZN un progetto innovativo. Saremo la prima federazione che manderà in onda l’audio legato agli episodi che sono stati oggetto di discussione, faremo questo perché non abbiamo nulla da temere. Vogliamo massima trasparenza“.


Gianni De Simon

30 anni, nato e (soprav)vissuto a Bari, ingegnere civile ma solo per sbaglio. Appassionato di qualsiasi sport o forma di competizione esistente, calcio e fantacalcio in primis. Se c'è una palla che rotola c'è sempre un bimbo che le corre dietro.

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Serie A 24/25
# Squadra G V P S +/- Punti
1 AC Milan

AC Milan

0 0 0 0 0 0
1 Monza

Monza

0 0 0 0 0 0
1 Fiorentina

Fiorentina

0 0 0 0 0 0
1 Roma

Roma

0 0 0 0 0 0
1 Atalanta

Atalanta

0 0 0 0 0 0
1 Bologna

Bologna

0 0 0 0 0 0
1 Cagliari

Cagliari

0 0 0 0 0 0
1 Como

Como

0 0 0 0 0 0
1 Empoli

Empoli

0 0 0 0 0 0
1 Genoa

Genoa

0 0 0 0 0 0
1 Verona

Verona

0 0 0 0 0 0
1 Inter Milan

Inter Milan

0 0 0 0 0 0
1 Juventus

Juventus

0 0 0 0 0 0
1 Lazio

Lazio

0 0 0 0 0 0
1 Parma

Parma

0 0 0 0 0 0
1 Napoli

Napoli

0 0 0 0 0 0
1 Torino

Torino

0 0 0 0 0 0
1 Udinese

Udinese

0 0 0 0 0 0
1 Lecce

Lecce

0 0 0 0 0 0
1 Venezia

Venezia

0 0 0 0 0 0

Rubriche

Di più in Ultime notizie