Calciomercato

Calciomercato Milan, cambiano le gerarchie: nuovo ruolo per il bomber rossonero

Calciomercato Milan, cambiano le gerarchie: nuovo ruolo per il bomber rossonero

Il Milan ha giocato ieri in Champions League contro il Newcastle, ma il debutto nella massima competizione europea non è stato esaltante. I rossoneri hanno pareggiato 0-0 contro i Magpies a San Siro, in una partita che ha lasciato molti dubbi e poche certezze. Tra gli aspetti più preoccupanti c’è la scarsa vena realizzativa dell’attacco, che sembra dipendere troppo da Olivier Giroud, l’unico bomber affidabile della squadra. 

Il francese, però, non può reggere da solo il peso del reparto e ha bisogno di valide alternative. Nell’ultima sessione di calciomercato il Milan ha provato a rinforzare il pacchetto offensivo con gli arrivi di Okafor e Jovic, ma i due nuovi acquisti non hanno ancora convinto e dovranno dimostrare il loro valore. Nel frattempo, il club rossonero potrebbe pensare a un nuovo colpo di mercato a gennaio, per portare a Milanello un attaccante centrale prolifico e di esperienza. Tra i nomi che circolano ci sono quelli di Taremi del Porto e Sesko del Lipsia, due attaccanti “di peso” prolifici che possono risolvere la scarsa vena realizzativa del reparto offensivo rossonero. 

Milan-Newcastle, un pareggio che non convince: le criticità dell’attacco rossonero

Il Milan ha iniziato il suo cammino in Champions League con un pareggio a reti bianche contro il Newcastle, una squadra che non ha mai impensierito i rossoneri, che tuttavia non hanno saputo approfittare di questa situazione. Il match di San Siro, ha evidenziato le difficoltà di una squadra che non ha saputo creare occasioni da gol e che ha sofferto le defezioni di due giocatori chiave. Infatti, Maignan e Loftus-Cheek, sono usciti per infortunio e la cui situazione sarà monitorata nei prossimi giorni. Ma non solo: anche Rafael Leao, che doveva essere il trascinatore dell’attacco, ha deluso le aspettative e si è reso protagonista di una prestazione opaca. Lo stesso si può dire della fascia destra, dove Chukwueze e Pulisic non hanno dato il contributo sperato. 

Guida all'asta del fantacalcio: il manuale pdf per una rosa perfetta


In tutto questo, l’unico punto di riferimento in avanti è stato ancora una volta Olivier Giroud, che però non può fare tutto da solo e che ha bisogno di valide alternative. Il Milan ha cercato di risolvere questo problema con gli acquisti di Okafor e Jovic. Ma i due nuovi arrivati non hanno ancora trovato il feeling con i compagni e con il gioco di Pioli, e dovranno lavorare sodo per guadagnarsi un posto nelle gerarchie del tecnico. Se a gennaio il reparto offensivo dovesse ancora mostrare delle lacune, il Milan potrebbe tornare sul mercato per cercare un altro bomber da affiancare a Giroud per affrontare gli impegni di Serie A e Champions League. Tra i nomi che circolano ci sono quelli di Mehdi Taremi del Porto, già seguito a lungo in estate e Benjamin Sesko del Lipsia. Si tratta però di due operazioni complicate, non soltanto dal punto di vista economico. Il Porto e il Lipsia infatti difficilmente lasceranno partire i loro giocatori fondamentali a metà stagione, a meno di offerte irrinunciabili. 

Incontro Cardinale-Ibrahimovic: quale sarà il nuovo ruolo per l’ex attaccante svedese?

Ma c’è anche un altro nome che potrebbe cambiare le gerarchie in casa Milan: quello di Zlatan Ibrahimovic, l’ex stella del Diavolo che ha appeso le scarpe al chiodo lo scorso anno. Il gigante svedese è stato avvistato a Milano prima della gara di Champions League contro il Newcastle, in un incontro segreto con il presidente Gerry Cardinale. La vigilia del match contro il Newcastle è stata segnata da un evento che ha fatto molto parlare i tifosi del Milan: l’incontro tra il massimo esponente Red Bird e Zlatan Ibrahimovic, l’ex campione di Ajax e Barcellona che ha detto addio al calcio lo scorso anno. I due si sono visti in un hotel nel centro di Milano, in una riunione che ha avuto come tema il futuro del club rossonero. Secondo alcune indiscrezioni, Cardinale avrebbe proposto a Ibra un ruolo dirigenziale nel Milan, dove il suo carisma e la sua esperienza potrebbero essere preziosi. Il gigante svedese, però, non avrebbe ancora preso una decisione e avrebbe chiesto tempo per riflettere. 

zlatan-ibrahimovic-milan

Iconsport / Byldbyran

Non è quindi escluso che in futuro Ibra possa tornare a vestire i colori rossoneri, ma stavolta in una veste diversa da quella di giocatore. Intanto, l’ex attaccante ha voluto dare la sua carica ai ragazzi di Pioli, dopo la sconfitta nel derby contro l’Inter. “Sono pronto a giocare” ha scherzato Ibra, facendo sognare i tifosi che lo vorrebbero rivedere in campo. Poi ha salutato i suoi ex compagni a Milanello e ha parlato con lo staff tecnico e dirigenziale, prima di incontrare il patron di RedBird. “Ciao a tutti i milanisti, sono venuto qui a Milanello e sono andato subito a dire al mister che sono pronto per giocare, ma non sono nella lista anche se sto bene e sono in forma. Scherzi a parte! Continuate a tifare Milan, andrà tutto bene.” ha detto Ibra, lasciando un messaggio di fiducia e di speranza. Ibrahimovic ha chiuso la sua carriera con numeri straordinari: 496 gol in 827 partite, giocando in squadre come Ajax, Juventus, Los Angeles Galaxy, Inter, Barcellona, Paris Saint-Germain, Manchester United e ovviamente Milan. In maglia rossonera ha segnato 93 gol in 163 match. Ora il club rossonero potrebbe offrirgli un nuovo ruolo, per continuare a scrivere la storia del club insieme.


Gianluca Sisti

Copywriter con la passione per il calcio e la scrittura sportiva. Vivo tra Terni, Lisbona e il resto del Mondo. Sono autore per Calciodangolo e scrivo anche per altre aziende e web agency, in Italia e all’estero. ⦿ Piatto preferito: spaghetti aglio & olio ⦿ Ultima città visitata: Tbilisi ⦿ Squadra Preferita: Ternana ⦿ Fonte d’ispirazione: Corrado Guzzanti ⦿ Prossima meta: Marte

Commenta

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

Lascia un commento

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Serie A
# Squadra G V P S +/- Punti
1 Inter Milan

Inter Milan

38 29 7 2 67 94
2 AC Milan

AC Milan

38 22 9 7 27 75
3 Juventus

Juventus

38 19 14 5 23 71
4 Atalanta

Atalanta

38 21 6 11 30 69
5 Bologna

Bologna

38 18 14 6 22 68
6 Roma

Roma

38 18 9 11 19 63
7 Lazio

Lazio

38 18 7 13 10 61
8 Fiorentina

Fiorentina

38 17 9 12 15 60
9 Torino

Torino

38 13 14 11 0 53
10 Napoli

Napoli

38 13 14 11 7 53
11 Genoa

Genoa

38 12 13 13 0 49
12 Monza

Monza

38 11 12 15 -12 45
13 Verona

Verona

38 9 11 18 -13 38
14 Lecce

Lecce

38 8 14 16 -22 38
15 Udinese

Udinese

38 6 19 13 -16 37
16 Cagliari

Cagliari

38 8 12 18 -26 36
17 Empoli

Empoli

38 9 9 20 -25 36
18 Frosinone

Frosinone

38 8 11 19 -25 35
19 Sassuolo

Sassuolo

38 7 9 22 -32 30
20 Salernitana

Salernitana

38 2 11 25 -49 17

Rubriche

Di più in Calciomercato