Fantacalcio

Fantacalcio: cosa fare col Papu Gomez al Monza? Occasione o bluff, i nostri consigli

Fantacalcio: cosa fare col Papu Gomez al Monza? Occasione o bluff, i nostri consigli
Iconsport / Pressinphoto

L'esterno alto argentino sta per diventare un nuovo calciatore del Monza: l'analisi delle sue caratteristiche in ottica fantacalcio

Settembre si sta ormai concludendo, questo vuol dire che la sessione di calciomercato estiva è ormai un lontano ricordo e quella invernale è ancora troppo lontana. Nonostante ciò, le squadre di Serie A sono sempre al lavoro. Oltre a lavorare per mettere le basi per alcuni colpi futuri, ci sono dei colpi che si possono chiudere anche in questo periodo, quelli a parametro zero.

Ed è proprio un parametro zero il calciatore che si appresta a firmare con il Monza nella giornata di oggi, stiamo parlando del Papu Gomez. Svincolatosi dal Siviglia nel corso dell'estate, l'argentino era rimasto senza squadra ed a caccia della giusta occasione. Giusta occasione che sembrerebbe essere arrivata. A causa del grave infortunio di Gianluca Caprari, che starà fuori almeno sei mesi, il Monza è tornato sul mercato per sostituirlo. Ed il prescelto per farlo è stato proprio il Papu Gomez.

Nella giornata di oggi l'ex capitano dell'Atalanta sarà a Monza per svolgere le visite mediche e firmare il contratto che lo legherà al Monza per i prossimi nove mesi (qui tutti i dettagli dell'operazione). Decisiva anche la volontà del calciatore, che non era ancora pronto ad appendere gli scarpini al chiodo ed ha detto subito di si alla proposta del Monza. Trattandosi di un calciatore che ha sempre fatto bene in Serie A in termini di gol ed assist, sarà sicuramente oggetto di interesse per molti fantallenatori. Andiamo quindi a scoprire più nello specifico la fantascheda del Papu Gomez.

Guida all'asta del fantacalcio: il manuale pdf per una rosa perfetta

Fantacalcio, Papu Gomez al Monza: prendere o lasciare?

Il Papu Gomez è un estero alto argentino classe '88 dotato di una grandissima tecnica individuale e di una particolare abilità nel portare a casa bonus, gol oppure assist che siano. Le uniche due pecche sono probabilmente quelle legate all'età, sono già 35 le sue primavere e nel corso della stagione diventeranno 36, ed alla statura, appena 167 centimetri ed un fisico ormai lontano da quello di qualche stagione fa.

Come ben sappiamo si tratta di un calciatore abbastanza duttile. Anche se il suo ruolo principale è quello di ala sinistra, all'occorrenza può ricoprire anche i ruoli di seconda punta o trequartista, nei quali è agevolato dalla grande tecnica individuale. Nel 4-3-2-1 di Palladino può ricoprire entrambi i ruoli dietro la punta, ma all'occorrenza anche quello di punta proprio, una sorta di falso nove.

Titolarità

Molto dipenderà dalle sue condizioni fisiche. Di sicuro se starà bene, lasciare fuori un calciatore con il suo talento sarà ovviamente molto difficile per Palladino. Considerata l'età e la precarietà delle sue condizioni fisiche, difficilmente farà il titolare per tutta la stagione, ma sarà usato all'occorrenza ed anche abbastanza spesso.

Bonus

Veniamo a quello che senza ombra di dubbio è il suo punto forte, i bonus. Nell'Atalanta non faceva assolutamente distinzione, portando casa sia gol che assist. Salutati i bergamaschi l'esperienza al Siviglia non è stata però all'altezza della precedente avventura italiana. In totale, nella sua lunga carriera da calciatore professionista, ha giocato ben 635 partite ufficiali. Partite nelle quali ha messo a segno 115 gol e fornito 114 assist, a testimonianza di quanto dicevamo prima, ovvero che non fa troppa distinzione tra gol ed assist.

Da questo punto di vista la sua esperienza migliore è stata ovviamente quella con la maglia dell'Atalanta. Sono 252 le presenze complessive trovate con gli orobici, condite da 59 gol e 72 assist. Con l'Atalanta ha anche trovato i suoi unici due gol in carriera segnati in Champions League.

Malus

Normale il suo rapporto con i cartellini. In questo probabilmente è avvantaggiato dal fatto che gioca in una zona del campo molto offensiva. Nelle 635 partite giocate in carriera sono 61 i cartellini gialli ricevuti, cinque invece quelli rossi, due per doppia ammonizione e tre rossi diretti.

Tenuta fisica

I problemi di natura fisica non sono mai stati un grande problema per il Papu Gomez, che ha iniziato a rompersi con maggiore frequenza negli ultimi anni con la maglia del Siviglia. Considerando l'elevata mole di partite giocate, possiamo dire che la sua tenuta nel corso degli anni è stata abbastanza positiva. Fino alla stagione 2021/22 solo qualche infortunio sporadico per l'argentino, dovuto anche alle tante partite di fila disputate.

Nei due anni e mezzo passati al Siviglia ha però subito infortuni più gravi di quelli subiti in tutto il corso della sua carriera. Prima dell'approdo in Spagna aveva subito nove stop totali, che lo avevano tenuto lontano dal terreno di gioco per 89 giorni, facendogli saltare 19 partite. Dall'approdo in Andalusia tre stop, tutti di natura abbastanza importante. Stop che lo hanno tenuto fuori per 136 giorni, facendogli saltare 27 partite totali. Al Siviglia ha anche subito lo stop più grave della sua lunga carriera da professionista, quando lo scorso febbraio ha subito un infortunio alla caviglia, che lo ha tenuto fuori fino ad aprile: uno stop di 57 giorni e 12 partite saltate.

Squadra di appartenenza

Come ben sappiamo, nel corso della sua carriera il Papu Gomez ha giocato anche per squadre che giocano le competizioni europee abitualmente: Atalanta ed appunto Siviglia. Sono proprio queste due le esperienze più facoltose fatte dall'argentino nel corso della sua carriera. Ed è proprio in Serie A con la maglia dell'Atalanta che ha avuto l'esperienza più importante, sotto tutti i punti di vista.

Non esistono dunque dei dubbi circa la sua capacità di adattamento al massimo campionato italiano, essendo quello nel quale ha giocato la maggior parte delle partite nella sua carriera. Gli unici dubbi restano dunque quelli legati alle condizioni fisiche. Se riuscirà a tenere botta sul piano fisico, sarà sicuramente un colpo molto interessante anche in chiave fantacalcio.

Cosa fare con il Papu Gomez al fantacalcio

La qualità e le capacità balistiche del calciatore non si discutono. L'unico dubbio è, come più volte detto, quello di natura fisica. Nonostante questo, potrebbe rappresentare a prescindere un gran colpo per qualsiasi fantarosa.

Approderà al Monza, dove la pressione è decisamente più bassa delle ultime esperienze in carriera. L'obiettivo è quello di chiudere il campionato nella parte sinistra del tabellone. Potrebbe dare un contributo importante, ci crediamo.


Giuseppe Patti

Classe '96, siciliano. Innamorato delle statistiche, forse tanto quanto del calcio. Appassionato di cinema e serie tv, oltre che di tutto quello che ha a che fare con numeri e record.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Serie A
# Squadra G V P S +/- Punti
1

Inter

11 9 1 1 21 28
2

Juventus

11 8 2 1 11 26
3

Milan

11 7 1 3 6 22
4

Napoli

11 6 3 2 12 21
5

Atalanta

11 6 1 4 9 19
6

Bologna

11 4 6 1 4 18
7

Roma

11 5 2 4 8 17
8

Fiorentina

11 5 2 4 3 17
9

Monza

11 4 4 3 2 16
10

Lazio

11 5 1 5 0 16
11

Frosinone

11 4 3 4 -1 15
12

Torino

11 4 3 4 -4 15
13

Lecce

11 3 4 4 -3 13
14

Genoa

11 3 2 6 -4 11
15

Sassuolo

11 3 2 6 -5 11
16

Udinese

11 1 7 3 -7 10
17

Cagliari

11 2 3 6 -11 9
18

Verona

11 2 2 7 -8 8
19

Empoli

11 2 1 8 -17 7
20

Salernitana

11 0 4 7 -16 4

Rubriche

Di più in Fantacalcio