Altre Competizioni

Olympiakos-Milan, finale di Youth League: probabili formazioni, quando si gioca e dove vederla in TV e streaming

Olympiakos-Milan, finale di Youth League: probabili formazioni, quando si gioca e dove vederla in TV e streaming
Iconsport / PA Images

Per la prima volta nella storia della competizione, una squadra italiana è in finale di Youth League (la “Champions League dei giovani”). Dopo la semifinale dello scorso anno il Milan di Ignazio Abate è riuscito nell'impresa e si giocherà la possibilità di vincere il titolo lunedì 22 aprile, poco prima del derby della Madonnina.

I rossoneri hanno vinto il proprio girone composto da Borussia Dortmund, Newcastle e Paris Saint-Germain con 12 punti in 6 partite, ed eliminato in successione il Braga e il Real Madrid (entrambe ai rigori). Venerdì alle 18:00 si è disputata la semifinale contro il Porto, che ha visto gli uomini di Abate imporsi ancora una volta ai rigori (6-5). Nei tempi regolamentari il Milan aveva sbloccato la partita dopo soli 12 minuti, con l'attaccante Filippo Scotti bravo a sfruttare un errore del capitano dei portoghesi Brás. Al 39′ gli avversari si riportano in carreggiata grazie a un calcio di rigore concesso per fallo di mano di Bartesaghi, trasformato da Meireles; al 65′, poi, il Milan va sotto nel punteggio con il colpo di testa di Brás su un calcio d'angolo. Il Porto ha la possibilità di portarsi sul 3-1 più volte, ma nell'assalto finale i rossoneri trovano il pareggio al 93′: decisiva l'azione personale del capitano Zeroli, che dribbla difensore e portiere prima di appoggiare per Simmelhack, subentrato a Camarda, a porta vuota.

Si va ai rigori: il Porto sbaglia due dei primi tre tiri dal dischetto, mentre il Milan ne trasforma 4 su 5 (errore di Simic) ed è ancora una volta Zeroli a siglare la rete decisiva per portare la sua squadra in finale. Dopo la delusione europea derivante dall'uscita ai quarti di finale contro la Roma (3-1), i rossoneri hanno la possibilità di ottenere un'importante consolazione grazie ai baby fenomeni della primavera.

Chi affronta il Milan nella finale di Youth League

L'avversario del Milan in finale di Youth League 2023/24 sarà l'Olympiakos, che ha sconfitto il Nantes in semifinale. Come i rossoneri, anche i greci hanno superato il turno grazie ai calci di rigore (3-1) dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari.

La squadra di Abate dovrà fare grande attenzione specialmente all'attaccante Charalampos Kostoulas e al centrocampista Christos Mouzakitis, entrambi a quota 5 gol in 7 partite in questa edizione di Youth League.

Dove si gioca la finale di Youth League Olympiakos-Milan

La finale di Youth League tra Milan e Olympiakos si giocherà al Centre sportif de Colovray di Nyon, in Svizzera.

Quando si gioca la finale di Youth League Olympiakos-Milan

La finale di Youth League tra Milan e Olympiakos, di scena a Nyon, è in programma lunedì 22 aprile alle ore 18:00.

Dove vedere la finale di Youth League Olympiakos-Milan in TV e streaming

Per assistere alla finale di Youth League 2023/24 Olympiakos-Milan sarà necessario un abbonamento a Sky. La partita sarà trasmessa sul canale Sky Sport Uno.

Non sarà possibile assistere ad Olympiakos-Milan in chiaro in alcun modo. In streaming, invece, il match sarà visibile sulla piattaforma SkyGo o su NOW.

Olympiakos-Milan, le probabili formazioni

MILAN (4-3-3): Raveyre; Magni, Simic, Nsiala, Bartesaghi; Stalmach, Malaspina, Zeroli; Scotti, Camarda, Sia. All. Abate.

OLYMPIAKOS (3-4-2-1): Sina; Prekates, Kostoulas, Koutsidis; Koutsogoulas, Mouzakitis, Bakoulas, Alafakis; Papakanellos, Pnevmonidis; Kostoulas. All. Sylaidopoulos

I principali protagonisti della primavera del Milan

  • Ignazio Abate – allenatore: dopo una carriera passata quasi interamente con la maglia rossonera indosso (306 volte dal 2003/04 al 2018/19), l'ex difensore classe 1986 ha deciso di reinventarsi allenatore partendo proprio dalle giovanili del Milan. Promosso a tecnico della Primavera nell'estate 2022, Abate ha ottenuto grandi risultati soprattutto in Europa raggiungendo le semifinali di Youth League nella scorsa stagione e la finale in quella attuale. Il suo bilancio in questi due anni è di 43 vittorie, 15 pareggi e 29 sconfitte in 88 partite.
  • Jan-Carlo Simic – difensore: è il leader difensivo dei rossoneri e ha già esordito con la prima squadra, segnando anche un gol in Serie A lo scorso dicembre contro il Monza nel giorno del suo esordio. Pioli gli ha fatto assaggiare il campo con i grandi già sei volte nel corso di questa stagione (4 in campionato e 2 in Coppa Italia, giocando anche tutti i 90 minuti contro il Cagliari agli ottavi), mentre in Primavera è ovviamente un'inamovibile quando è a disposizione. Il suo anno di nascita è il 2005, il prezzo del suo cartellino – secondo Transfermarkt – ammonta già a 5 milioni di euro.
  • Davide Bartesaghi – difensore: anche lui classe 2005, anche lui ha già esordito in prima squadra con Pioli. È al Milan da ben 12 anni, arrivato nel 2012 dal settore giovanile dell'Atalanta come attaccante per poi essere dirottato sulla fascia, da terzino sinistro. Ha esordito a settembre contro il Verona, scendendo poi in campo altre quattro volte in Serie A e una in Coppa Italia. Non solo, perché lo scorso 12 dicembre si è tolto addirittura la soddisfazione di giocare in Champions League, negli ultimi 2 minuti della vittoria sul campo del Newcastle.
  • Kevin Zeroli – centrocampista: il capitano può giocare in tutte le zone del centrocampo, dalla mediana alla trequarti. Ha origini italo-nigeriane e in campo assomiglia a Gullit, sia per la duttilità che per il taglio di capelli caratterizzato da lunghe treccine. Al Milan da quando aveva 7 anni, con la prima squadra conta 2 presenze quest'anno contro Salernitana e Roma in Serie A. È il secondo miglior marcatore dei suoi in questa Youth League, con 4 gol segnati in 8 partite.
  • Diego Sia – attaccante: a trascinare il Milan primavera finora in Youth League è stato Diego Sia, autore di 5 reti in 9 partite ed in gol sia agli ottavi contro il Braga che ai quarti con il Real Madrid; nel campionato Primavera, invece, conta 9 gol e 6 assist in 28 presenze. Per lui ancora nessuna convocazione in prima squadra, ma se dovesse continuare così Pioli potrebbe chiamarlo presto in causa.
  • Francesco Camarda – attaccante: è diventato improvvisamente protagonista lo scorso novembre, quando con Giroud e Okafor indisponibili Pioli lo convocò nelle due partite contro Fiorentina e Frosinone concedendogli un totale di 12 minuti. Grazie all'ingresso contro i viola è diventato il più giovane esordiente della storia della Serie A, all'età di 15 anni, 8 mesi e 15 giorni. Nonostante sia solo un 2008 gioca (e segna) stabilmente in Primavera: 3 gol e 2 assist in 7 partite in questa Youth League, 10 gol in 28 partite tra campionato e coppa Primavera.

Mattia Gigliano

Sud pontiniano, 24 anni, malato di calcio, fantacalcio e pallacanestro. Amo scrivere, raccontare, informare.. e il rumore dei tasti premuti freneticamente che scheggia il flusso di parole nella mia testa.

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Serie A
# Squadra G V P S +/- Punti
1 Inter Milan

Inter Milan

33 27 5 1 61 86
2 AC Milan

AC Milan

33 21 6 6 25 69
3 Juventus

Juventus

33 18 10 5 21 64
4 Bologna

Bologna

33 17 11 5 22 62
5 Roma

Roma

33 17 7 9 20 58
6 Atalanta

Atalanta

32 16 6 10 22 54
7 Lazio

Lazio

33 16 4 13 7 52
8 Napoli

Napoli

33 13 10 10 9 49
9 Fiorentina

Fiorentina

32 13 8 11 9 47
10 Torino

Torino

33 11 13 9 2 46
11 Monza

Monza

33 11 10 12 -8 43
12 Genoa

Genoa

33 9 12 12 -5 39
13 Lecce

Lecce

33 8 11 14 -18 35
14 Cagliari

Cagliari

33 7 11 15 -20 32
15 Frosinone

Frosinone

34 7 10 17 -20 31
16 Verona

Verona

33 7 10 16 -13 31
17 Empoli

Empoli

33 8 7 18 -22 31
18 Udinese

Udinese

33 4 16 13 -19 28
19 Sassuolo

Sassuolo

33 6 8 19 -26 26
20 Salernitana

Salernitana

34 2 9 23 -47 15

Rubriche

Di più in Altre Competizioni