Seguici su

La Classifica

La classifica dei dieci migliori marcatori nella storia dei mondiali

Se Zlatan Ibrahimovic chiuderà la carriera senza mai aver segnato un gol ai mondiali, ci sono altri calciatori che nei mondiali hanno segnato anche tanto: la classifica dei dieci migliori marcatori nella storia della coppa del mondo

Settimana scorsa si sono svolti i sorteggi utili a definire i gironi dei prossimi mondiali di Qatar 2022 (qui tutti completi). Anche se mancano ancora diversi mesi all'inizio del mondiale, previsto per la fine di novembre – sarà infatti il primo mondiale della storia giocato in inverno – questo ha già fatto parlare di se, più per le statistiche negative.

Dopo l'eliminazione dell'Italia, che ha perso nella semifinale dei playoff per la qualificazione ai gironi contro la Macedonia del Nord (il report del match), mancando l'accesso alla competizione calcistica più importante del mondo per la seconda volta consecutiva; l'altra notizia triste per quanto riguarda invece i singoli calciatori è quella su Zlatan Ibrahimovic. Anche la sua Svezia ha infatti fallito l'accesso ai gironi del mondiale, questo vorrà dire che il gigante svedese chiuderà la sua carriera senza aver mai segnato un gol nella competizione, forse rammarico più grande oltre alla mancata vittoria della Champions League.

Ma, se da una parte abbiamo Ibrahimovic che non ha mai segnato un gol ad un campionato del mondo nonostante le cinque presenze (due nei mondiali del 2002 e tre nei mondiali del 2006), dall'altra ci sono anche calciatori che nei mondiali hanno lasciato un segno quasi indelebile. Andiamo a vedere la classifica dei dieci migliori marcatori nella storia dei mondiali.

La classifica dei dieci migliori marcatori di sempre nella storia dei mondiali

10. 7 gol

In decima posizione troviamo un bel gruppetto formato da otto calciatori, due dei quali ancora in attività e già qualificati per i gironi dei mondiali di Qatar 2022. Si tratta dell'uomo dei record Cristiano Ronaldo e di Luis Suarez, che sono tra l'altro capitati anche nello stesso girone, con questa statistica che renderà ancora più affascinante la sfida. Se il portoghese i sette gol li ha messi a segno in 17 partite, per l'uruguaiano sono arrivati in 13 presenze. A completare la decima posizione troviamo poi Hans Schafer (Germania, 15 presenze), Johnny Rep (Olanda, 13 presenze), Andrzej Szarmach (Polonia, 13 presenze), Careca (Brasile, 9 presenze), Lajos Tichy (Ungheria, 8 presenze) ed Oldrich Nejedly (Repubblica Ceca, 6 presenze).

9. 8 gol

Altra posizione ed altro gruppetto, questo a forte impronta sudamericana. Sono sette i calciatori che hanno segnato otto gol ad un campionato del mondo. Nessuno di questi è ancora in attività. Si tratta di Diego Armando Maradona (Argentina, 21 presenze), Rudi Voller (Germania, 15 presenze), Rivaldo (Brasile, 14 presenze), Oscar Miguez (Uruguay, 7 presenze), Ademir (Brasile, 6 presenze), Leonidas (Brasile, 5 presenze) e Guillermo Stabile (Argentina, 4 presneze).

8. 9 gol

Il gruppetto più folto lo troviamo invece in ottava posizione, con ben nove calciatori che sono stati capaci di segnare nove reti al mondiale. Anche in questo caso non ci sono calciatori ancora in attività, ma possiamo trovare ben tre calciatori italiani. Si tratta di Uwe Seeler (Germania, 21 presenze), Karl Heinz Rummenigge (Germania, 19 presenze), Roberto Baggio (Italia, 16 presenze), Jairzinho (Brasile, 16 presenze), Paolo Rossi (Italia, 14 presenze), David Villa (Spagna, 12 presenze), Vavà (Brasile, 10 presenze), Christian Vieri (Italia, 9 presenze) ed Eusebio (Portogallo, 6 presenze).

7. 10 gol

L'ultimo gruppetto lo troviamo in settima posizione, che coincide anche con i primi calciatori in doppia cifra di gol. Sono sei i calciatori che hanno segnato 10 reti nel mondiale, uno di questi ancora in attività e anche lui già qualificato: stiamo parlando del tedesco Thomas Muller, che ha segnato 10 gol in 16 presenze ai mondiali con la Germania, ed adesso punta a scalare qualche altra posizione in questa prestigiosa graduatoria. Insieme a lui Grzegorz Lato (Polonia, 20 presenze), Teofilo Cubillas (Perù, 13 presenze), Gabriel Batistuta (Argentina, 12 presenze), Gary Lineker (Inghilterra, 12 presenze) ed Helmut Rahn (Germania, 10 presenze).

6. 11 gol

L'ultima posizione con più di un calciatore è la sesta, che comprende i calciatori che sono stati in grado di segnare 11 gol in carriera al mondiale. Sono in due, entrambi non più in attività. Si tratta di Jurgen Klinsmann (Germania, 17 presenze) e di Sandor Kocsis (Ungheria, 5 presenze).

5. 12 gol

Entriamo nella top five. D'ora in poi ogni posizione avrà un solo calciatore. E si inizia con una vera e propria leggenda del calcio mondiale, uno dei simboli di questo sport: Pelè. Dei numerosissimi gol segnati in carriera (è il quarto miglior marcatore della storia, qua la classifica completa), molti sono arrivati con la maglia della nazionale brasiliana, 12 di questi inoltre ai mondiali. Dodici centri in appena 14 partite giocate ai mondiali, una media di 0,86 gol a partita.

4. 13 gol

Al quarto posto troviamo un calciatore meno conosciuto rispetto agli altri presenti nelle zone alte della classifica, si tratta del francese Just Fontaine. Nella sua carriera ha partecipato ad appena un mondiale, quello del 1958, lasciando però un segno indelebile. In appena sei partite giocate in un campionato del mondo ha infatti segnato addirittura 13 gol, una media di 2,17 gol a partita, media più alta di qualsiasi altro calciatore che abbia mai giocato e segnato in un campionato del mondo.

3. 14 gol

Saliamo sul gradino più basso del podio con una leggenda del calcio tedesco ed europeo, Gerd Muller. Anche nel suo caso una media gol pazzesca. Due mondiali, 13 presenze e 14 centri, con una media di 1,08 gol a partita.

2. 15 gol

Al secondo posto troviamo un'altra leggenda del calcio mondiale, che ha avuto un passato anche nel massimo campionato italiano: il brasiliano Ronaldo Luis Nazario de Lima. Sono ben 15 i gol segnati da “Ronaldo il fenomeno” in un campionato del mondo, arrivati in 19 presenze spalmate per quattro edizioni dei campionati del mondo. Media di 0,79 gol a partita.

1. 16 gol

Arriviamo quindi alla prima posizione. Lo scettro di miglior marcatore di sempre nella storia dei mondiali va al tedesco Miroslav Klose, conosciuto in Italia anche per la parentesi avuta con la Lazio, la più lunga della carriera. Per lui sono addirittura 16 i gol realizzati nella carriera ai mondiali, arrivati in 24 partite e spalmate anche nel suo caso in quattro mondiali diversi. Per lui una media di 0,67 gol per partita giocata. Il tedesco ha anche vinto il titolo di capocannoniere nei mondiali del 2006 (vinti dall'Italia ed ospitati proprio dalla Germania), che concluse con cinque reti.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in La Classifica